Claudia Striato nuovo direttore

 

Lo scorso 16 dicembre, in occasione della riunione congiunta tra il Consiglio di Amministrazione e il Comitato Scientifico della Fondazione Alessandro Volta, è stato presentato il nuovo Direttore della Fondazione, Dott.ssa Claudia Striato.

Claudia Striato collabora dal 1997 con Gruppo CLAS, di cui è socio e membro del Consiglio di Amministrazione. Ha maturato un’esperienza consolidata nell’attività di ricerca e consulenza scientifica nella gestione di progetti complessi e nelle tematiche del supporto alla definizione, valutazione, monitoraggio ed assistenza all’attuazione di politiche, programmi e progetti di sviluppo, svolgendo ruoli di coordinamento e di responsabilità e garantendo un supporto metodologico qualificato, supportando e promuovendo processi di innovazione nella Pubblica Amministrazione.

Il Consiglio di Amministrazione è pervenuto alla sua designazione attraverso un bando pubblico di selezione a carattere nazionale, lanciato lo scorso luglio, a cui hanno partecipato circa 20 candidati, provenienti da tutto il territorio nazionale.

La gestione del bando e l’intera procedura di selezione dei candidati è stata affidata  ad una società specializzata milanese – “Quest Executive Srl” – che ha garantito un significativo apporto di competenze e professionalità.

Si conclude – commenta Mauro Frangi, Presidente della Fondazione – un percorso importante e qualificante per la Fondazione. Siamo credo la sola partecipata pubblica del territorio ad avere selezionato con una procedura di evidenza pubblica affidata alla gestione di un operatorio primario specializzato la selezione della propria figura operativa apicale. Il nuovo direttore, che conosce bene il territorio anche grazie agli importanti incarichi operativi ricoperti in passato, sicuramente saprà guidare la struttura operativa della Fondazione nei suoi sviluppi futuri, in coerenza con il Piano Strategico che la Fondazione si è data e che sta progressivamente attuando”.

In occasione della presentazione del nuovo Direttore, il Presidente e tutto il Consiglio della Fondazione, unitamente a Giulio Casati, coordinatore scientifico della Fondazione hanno ringraziato Salvatore Amura per il lavoro svolto nei 18 mesi in cui ha ricoperto l’incarico di Direttore.

Sono personalmente grato a Salvatore Amura – ha concluso Mauro Frangi –  per quanto ha saputo realizzare come Direttore della Fondazione. Ha accettato la mia proposta di ricoprire un ruolo difficile in un Ente appena nato a cui molti guardavano con scetticismo o diffidenza. Lo ha fatto in un contesto segnato in molti passaggi da polemiche a volte gratuite e infondate. Ma, ed è ciò che più conta, lo ha fatto apportando professionalità, creatività e passione, garantendo così alla Fondazione il conseguimento di risultati importanti e assolutamente non scontati al momento della sua nomina. Sono certo che la Fondazione e, più in generale, il nostro territorio potrà contare ancora su di lui nell’ambito di specifiche progettualità”.

Como 22 dicembre 2016

 

Ufficio stampa

Paola Carlotti +39.031301037 +39.3357059871