Conferenza con Francesco Guala

Lunedì 28 agosto 2017 alle ore 21.00 presso la Sala Stemmi di Palazzo Cernezzi a Como la Fondazione Volta organizza la conferenza “Uomo economico o cerebrale? L’economia da Adam Smith alla neuroscienza” con il prof. Francesco Guala, dell’Università degli Studi di Milano.
Ingresso gratuito, iscrizione sulla pagina https://conferenza28agosto.eventbrite.it/

“Uomo economico o cerebrale? L’economia da Adam Smith alla neuroscienza”

La teoria della decisione razionale è un mattone fondamentale della teoria economica contemporanea. Pur essendo consapevoli dei suoi limiti — è ovvio che le persone normali non sono in grado di comportarsi sempre in modo razionale — nel passato gli economisti si sono accontentati di questa teoria perché ritenevano impossibile scrutare nella mente degli individui mentre prendono decisioni. Oggi invece questo è diventato possibile, grazie agli sviluppi della psicologia e delle neuroscienze. Scavando nella mente (e nel cervello) di manager, politici, e consumatori, gli economisti hanno potuto studiare i limiti cognitivi che impediscono di comportarci in modo ottimale, ma anche capire come l’intuizione e le emozioni talvolta funzionano meglio del calcolo razionale.

La conferenza fa parte di “La Fondazione Alessandro Volta Incontra, ciclo di incontri pubblici con tema la scienza, la letteratura, l’arte e la musica che la Fondazione desidera offrire alla città ogni anno tra la primavera e l’autunno.

Foto Guala

Francesco Guala – Professore ordinario di Economia politica presso il Dipartimento di Filosofia dell’ Università degli Studi di Milano. Dopo avere studiato filosofia alla London School of Economics (PhD), Francesco Guala ha insegnato per molti anni all’Università di Exeter, Gran Bretagna. Nel 2009 è tornato in Italia grazie al programma per il “Rientro dei Cervelli” e attualmente è Professore Associato presso il Dipartimento di Economia dell’Università di Milano. Si occupa prevalentemente di filosofia dell’economia e delle scienze sociali, con un particolare interesse per il metodo sperimentale. Nel 2002 ha vinto l’INEM Prize e l’History of Economic Analysis Award, entrambi per il miglior articolo scritto da un giovane ricercatore nei campi, rispettivamente, della filosofia e della storia dell’economia.

 

 

Segnaliamo inoltre la conferenza organizzata dall’Associazione Athena Ticino, con Francesco Zambelloni che ci parlerà di “La diversità come emblema del male”, presso l’Aula Magna dell’Università della Svizzera Italiana di Mendrisio, venerdì 15 settembre 2017 alle ore 20:30.

F. Zambelloni