Sulle orme di Volta edizione 2018

Sulle orme di Volta edizione 2018

Anche quest’anno Fondazione Alessandro Volta promuove sei passeggiate creative, a cura dell’associazione Sentiero dei Sogni, ispirate all’inventore della pila.

L’edizione 2018 punta ad esplorare in particolare aree “periferiche” rispetto ai luoghi voltiani più noti, illuminandole con la luce della poliedrica personalità dello scienziato. “La bellezza ai margini della città” è, non a caso, il sottotitolo di quest’anno. I percorsi, compresa un’inedita bicicletta creativa, si svolgeranno tra i territori di Como, Cernobbio e Brunate, con un’incursione (in treno) fino all’ex villaggio cotoniero di Lomazzo.

A giorni verrà presentato ufficialmente il programma completo. Primo appuntamento il 22 aprile, inaugurando un sentiero che connette due località verdi e ricche di storia alla periferia di Como, Garzola e Camnago Volta. Un sentiero che è stato riaperto di recente dopo anni di abbandono, grazie all’iniziativa dell’associazione La Città Possibile con la collaborazione nostra e di altri volontari, tra i quali anche un gruppo di richiedenti asilo.

Ogni passeggiata, in virtù della sinergia tra Sentiero dei Sogni e Wikimedia Italia, sarà anche un’occasione per scattare fotografie che potranno partecipare al concorso Wiki Loves Monuments in settembre ed essere utilizzate per implementare la presenza delle località che visiteremo su Wikipedia.

L’iscrizione alla passeggiata del 22 aprile è gratuita fino a esaurimento posti, e potete effettuarla a questo link dove trovate anche tutti i dettagli necessari: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-volta-e-il-beato-geremia-incontro-possibile-sul-sentiero-ritrovato-44899995094

 

Tornano gli studenti della USC

Tornano gli studenti della USC

A Como dalla California per studiare l’opera di Terragni
Arrivati gli studenti di architettura della prestigiosa Università della Southern California – USC

 

Sono arrivati a Como gli studenti universitari di architettura della University of Southern California che, coordinati dal Direttore della Scuola, professor Olivier Touraine, proseguiranno il progetto di ricerca triennale – avviato lo scorso anno – focalizzato sul lavoro compiuto da Giuseppe Terragni a Como.
Il progetto è possibile grazie a una convenzione con la Fondazione Alessandro Volta.


Gli studenti rimarranno a Como – con alcune giornate anche in Svizzera – fino al 13 aprile e saranno seguiti dall’arch. Mike Dolinski.

La visita a Como viene dopo quelle di Roma, Firenze e Venezia.

Immagine

 

Casaluce alle Olimpiadi in Corea

Casaluce alle Olimpiadi in Corea

ANCHE UN PEZZO DI COMO ALLE OLIMPIADI INVERNALI
GRAZIE ALLA FONDAZIONE VOLTA E AL COMUNE DI COMO

 

C’è anche un pezzo di Como a PyeongChang, in Corea del Sud, in occasione dei XXIII Giochi Olimpici Invernali appena inaugurati: l’opera Casaluce di Massimo Uberti – esposta nei pressi del Broletto durante la scora edizione di 8208 Lighting Design Festival, promosso da Fondazione Volta e Comune di Como ed acquisita dalla stessa Fondazione – è infatti l’opera guida di “Prospectum”, mostra ospitata in Casa Italia.

Casa italia-09(ⓒrohspace) copy

Dobbiamo essere fieri di quanto la nostra comunità dimostra di saper esprimere – afferma entusiasta il Sindaco di Como Mario Landriscinanon solo per le lodevoli iniziative culturali che trovano spazio e riconoscimento sul nostro territorio, ma per la capacità di saperle portare all’esterno, addirittura in un contesto di rilevanza mondiale come in questo caso. L’esperienza concretizzata attraverso l’esposizione di Casaluce di Massimo Uberti in Corea, in occasione delle Olimpiadi invernali, conferma l’indirizzo che l’amministrazione comunale intende perseguire: superare i confini di un circuito autoreferenziale e aprirsi alle opportunità che il contesto ci offre, grazie alla collaborazione con soggetti pubblici e privati. Ringraziamo la Fondazione Volta per la proficua collaborazione a vantaggio della città.
Gli fa eco Claudia Striato, direttore della Fondazione Volta: “L’ambizione dell’8208 Lighting Design Festival è quella di consolidare i risultati raggiunti nelle due edizioni promosse e crescere ulteriormente, rendendolo sempre più una manifestazione di respiro internazionale. Ricordiamo che tre delle sei installazioni proposte nell’edizione appena conclusa erano state realizzate da artisti stranieri, e, grazie alla collaborazione con il CONI, Casaluce di Massimo Uberti, una delle proposte più apprezzate che abbiamo scelto di acquisire, porta il nostro territorio nel cuore delle Olimpiadi invernali, palcoscenico di grandissimo prestigio.”

Casa Italia, inaugurata il 7 febbraio presso lo Yong Pyong Golf Club di PyeongChang, è la sede della delegazione italiana e dei suoi ospiti e mira a valorizzare l’eccellenza italiana nello sport, nell’arte, nel design e nell’accoglienza.
La mostra “Prospectum” ha l’obiettivo di presentare il nostro Paese attraverso un’invenzione culturale riconosciuta in tutto il mondo: la rappresentazione della prospettiva. Un’idea che ha rivoluzionato il modo di vedere la realtà e di interpretarla, e che a Casa Italia 2018 viene attualizzata e resa moderna da un linguaggio contemporaneo.
Gli artisti coinvolti nel progetto “Prospectum” rappresentano l’eccellenza e l’eclettismo in Italia: “Casaluce” di Massimo Uberti, opera di punta di questa mostra, è il disegno luminoso di una casa ideale, in cui la luce è al centro di un percorso di sottrazione.

Casaluce è l’opera che accoglie i visitatori di Casa Italia – commenta l’artista Massimo Uberti –. Questo sicuramente deve essere motivo di orgoglio non solo per me ma anche per l’8208 Lighting Design Festival, confidando che questo sia solo uno dei primi passi per rafforzare la dimensione internazionale della manifestazione”.
Casaluce sarà esposta a PyeongChang fino al 25 febbraio, quando rientrerà a Como temporaneamente per essere poi proposta in altri scenari internazionali.

Incontro con E. Boncinelli

Incontro con E. Boncinelli

Venerdì 23 febbraio alle ore 20.30 Athena, associazione ticinese che propone di approfondire e divulgare le conoscenze che oggi permettono nuove risposte alla domanda: “Che cos’è l’essere umano?”, organizza all’Auditorium della USI di Lugano la conferenza “Il futuro del genoma e del corpo umano”. Protagonista dell’incontro sarà il celebre genetista Edoardo Boncinelli.

Ulteriori dettagli su www.athenaticino.ch/edoardoboncinelli.html

E. Boncinelli

Borsa di studio per la fisica ’18

Borsa di studio per la fisica ’18

BORSA DI STUDIO PER LA FISICA 2018 Edison
in memoria di Francesco Somaini

 

Con lo scopo di premiare e incoraggiare gli studi di Fisica in Italia, Edison e la Fondazione Alessandro Volta indicono il Concorso come segue:

La “Borsa Edison” di 10.000,00 euro offerta da Edison verrà assegnata per concorso a quello che, tra i concorrenti, la Commissione Giudicatrice riterrà in senso assoluto il più meritevole, sia per titoli, preparazione scientifica, lavori già svolti e risultati già conseguiti, sia anche per il vantaggio che gli studi, per i quali è richiesta la Borsa, possono portare allo sviluppo della Fisica in Italia.

1. – La borsa è destinata a un giovane ricercatore per un periodo di tirocinio presso una università straniera, allo scopo di condurre ricerca nel campo della fisica, con particolare riguardo ai temi dell’energia.

2. – Al Concorso possono prendere parte singolarmente i cittadini italiani e quelli svizzeri del Canton Ticino.

3. – La domanda e i titoli presentati dai singoli concorrenti, unitamente alla proposta di utilizzo della borsa, dovranno pervenire entro il 23 aprile 2018 a: Fondazione Alessandro Volta, Via per Cernobbio, 11 – Villa del Grumello, 22100 Como oppure all’indirizzo di posta elettronica: mariagiovanna.falasconi@fondazionealessandrovolta.it .

MODULO BORSA 2018

 

0001

Incontro con Laurent Lafforgue

Incontro con Laurent Lafforgue


VERITA’ E MATEMATICA

Incontro aperto al pubblico con Laurent Lafforgue

Vincitore Medaglia Fields 2002

 Mercoledì 13 dicembre, ore 21.00

Pinacoteca Civica di Como – Via Armando Diaz, 84

 

É con grande dispiacere che per motivi di salute del prof. Lafforgue l’appuntamento previsto per mercoledì 6 dicembre è rinviato.
La conferenza si terrà mercoledì 13 dicembre, sempre alle 21.00 presso la Pinacoteca Civica di Como.

 

 

Verità e matematica” saranno al centro della conferenza aperta al pubblico con il professore Laurent Lafforgue, vincitore nel 2002 della Medaglia Fields – l’equivalente del Nobel per la matematica – mercoledì 6 dicembre alle 21.00 presso la Pinacoteca Civica di Como.

L’incontro è organizzato da Fondazione Alessandro Volta, Parolario e Università degli Studi dell’Insubria – Dipartimento di Scienza e Alta Tecnologia, in collaborazione con l’Assessorato Cultura del Comune di Como.

Le scienze moderne si sono sviluppate a partire da Galileo come un programma di ricerca di verità i cui strumenti sono l’esperienza e il ragionamento  matematico. Eppure, il superamento continuo delle teorie esistenti ad opera di nuove teorie ha fatto perdere agli scienziati un po’ della fiducia che avevano nella verità.

Anche in matematica, la scoperta che è possibile sviluppare teorie geometriche fondate su assiomi che contraddicono almeno in parte gli assiomi di Euclide ha fatto dubitare dell’esistenza di verità assolute.

Durante la conferenza si cercherà quindi di capire se sia ancora possibile parlare di verità in matematica e, dunque, di cercare delle verità, e in quale modo.

La traduzione dell’incontro verrà curata da Ugo Moschella.

L’incontro è organizzato nell’ambito dei cicli “Fondazione Volta Incontra” e “Aspettando Parolario”.

Ingresso gratuito, previa registrazione su www.lafforgue.eventbrite.it 

 

Locandina Lafforgue

 

8208 LDF 2017: le installazioni

8208 LDF 2017: le installazioni

 

 

Como Broletto piazza Grimoldi installazione di 8208 Light Design Festival

Massimo Uberti – Via Pretorio
CASALUCE

 

Como Tempio Voltiano installazione di 8208 Light Design Festival

VENIVIDIMULTIPLEX – Giardini del Tempio Voltiano
WAVES

 

Como molo di Sant'Agostino installazione di 8208 Light Design Festival

Marco Barotti – Molo di Sant’Agostino
IMAGINARY DIVISION

 

Como giardini a lago installazione di 8208 Light Design Festival

Kasjo Studio – Giardini del Tempio Voltiano
HORIZONTAL INTERFERENCE

 

Como Porta Torre installazione di 8208 Light Design Festival

Daniela di Maro – Porta Torre
INNER VOICE

 

AND_9482-min

Vikash Patil – Villa Bernasconi, Cernobbio
COCOON

Presentato l’8208 LDF 2017

È stata presentata ieri presso la Sala Giunta del Comune di Como l’edizione 2017 dell’8208 Lighting Design Festival, che si terrà a Como e Cernobbio dal 4 al 24 novembre.
Come accaduto nel 2016, il Festival per tre settimane illuminerà alcuni luoghi di Como e non solo.
Tema di questa seconda edizione è il termine inglese boundary, scelto per le sfumature che assume in confronto ai diversi significati univoci della rispettiva traduzione italiana: “boundary“ è confine, bordo, linea, frontiera, limite, contorno.

Le sei installazioni dell’8208 Lighting Design Festival, promosso da Fondazione Alessandro Volta e Comune di Como saranno collocate a Como – in via Pretorio, a Porta Torre, ai Giardini intorno al Tempio Voltiano, al Molo di Sant’Agostino – e per la prima volta a Cernobbio a Villa Bernasconi.

La manifestazione, che unisce le istituzioni e si avvale della competenza di artisti e professionisti del territorio, ha stretto quest’anno due partnership importanti con due città che realizzando festival analoghi: Alberobello e Firenze. Questa collaborazione fornisce una risonanza nazionale e allo stesso tempo permette di creare un circuito tramite il quale condividere artisti e opere di Light Art. Un’opera di quest’anno è già sicuro che sarà portata anche alle prossime Olimpiadi in Corea.
Iniziativa collaterale sarà “Nel blu dipinto di blu”, con la quale verranno “colorati” alcuni luoghi simbolo della città.

Leggi il comunicato stampa

 

 

cover_evento_3VERSIONE-min

8208 Lighting Design Festival

8208 Lighting Design Festival

Mancano poche settimane alla seconda edizione dell’ 8208 Lighting Design Festival, festival diffuso dedicato all’arte contemporanea che coinvolge artisti, designer, università e professionisti internazionali con installazioni artistiche, eventi speciali, workshop e panel che affrontano il tema della luce e della light art. 
Il tema della seconda edizione è rappresentato dal sostantivo inglese “boundary“, scelto per le sfumature che assume in confronto ai diversi significati univoci della rispettiva traduzione italiana: confine, bordo, linea, frontiera, limite, contorno.

Gli artisti interpreteranno liberamente  questo tema, dando un forte messaggio a volte su quanto un limite possa essere potente, a volte su quanto esso sia fragile e inutile, a volte quanto possa aiutare e a volte come riesca ad includere, o a escludere.

L’8208 è promosso da Fondazione Alessandro Volta e Comune di Como, con il contributo di Regione Lombardia.

Sophie Guyot HUMAN?

foto Andrea Butti

 

 

Conferenza con Stefania Bandini

Conferenza con Stefania Bandini

 

FAV-logo-o - jpeg

La Fondazione Alessandro Volta Incontra è un ciclo di incontri pubblici con a tema scienza, la letteratura, l’arte e la musica che la Fondazione desidera offrire alla città ogni anno tra la primavera e l’autunno.

20 settembre 2017, ore 21.00 Sala degli Stemmi, Palazzo Cernezzi, Como
“Intelligenza Collettiva e complessità urbana: nuovi scenari e nuove opportunità”

con Stefania Bandini
Complex Systems & Artificial Intelligence Researche Center, Università ddegli Studi di Milano-Bicocca
e Hiroko Kudo
Faculty of Law – Chuo University (Tokyo, Japan)

Iscrizione gratuita su https://conferenza20settembre.eventbrite.it

 

Le nuove tecnologie di condivisione sociale di dati e di servizi rappresentano una frontiera d’innovazione non solo in termini strutturali, ma soprattutto nella configurazione di nuove caratterizzazioni delle comunità che compongono una città. Si parla di “intelligenza collettiva” laddove le occasioni di auto-organizzazione spontanea producono nuove forme di fruizione degli spazi urbani, nuovi modelli di organizzazione delle comunità e nuove opportunità di partecipazione alla vita pubblica, grazie alla diffusione delle nuove tecnologie. Gli strumenti che oggi la tecnologia mette a disposizione (Big-data, Intelligenza Artificiale, social media) possono essere un veicolo d’accelerazione per la creazione di nuovi scenari urbani e sociali finora inesplorati. Scopo di questo evento e’ di fornire qualche squarcio sulle direzioni della ricerca in questa direzione, prospettando la vista su futuri possibili e a noi vicini.

Hiroko Kudo è professore ordinario di politiche pubbliche e management pubblico presso Facoltà di Giurisprudenza, Chuo University e Senior Visiting Research Fellow presso Policy Research Institute del Ministero delle Finanze del governo nipponico. Si occupa dell’amministrazione pubblica comparata, problemi sociali, legali, economici e manageriali legati alla società che invecchia, politiche d’innovazione, sviluppo territoriale e capacity development. Ha collaborato con vari enti pubblici, organizzazioni internazionali, e università italiane e straniere. L’ultimo libro italiano in uscita: “La Specialità Sarda alla prova della crisi economica globale” (a cura di Giovanni Coinu, Gianmario Demuro e Francesco Mola, Edizioni Scientifiche Italiane)

Stefania Bandini è professore ordinario di Computer Science presso l’Università di Milano-Bicocca (Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione). Direttore del Centro di Ricerca “Complex Systems & Artificial Intelligence” e Coordinatore del Dottorato di Ricerca in Informatica nello stesso Ateneo. Dal 2015 Fellow presso il Research Center for Advanced Science and Technology (The University of Tokyo, Japan). Le sue ricerche riguardano l’Intelligenza Artificiale e i Sistemi Dinamici Complessi, con particolare recente riferimento allo studio e alla realizzazione di tecnologie innovative per la simulazione del comportamento di folle e pedoni a supporto del crowd management e alla progettazione di nuove forme di fruibilità urbana (walkability).

 

Segnaliamo inoltre la conferenza organizzata dall’Associazione Athena Ticino MIGRAZIONIE CLIMATICA E POLITICA con Telmo Pievani.
Appuntamento il 20 ottobre 2017 alle ore 20.30 presso l’AULA MAGNA DELL’ACCADEMIA DI ARCHITETTURA di Mendrisio.

www.athenaticino.ch 


T. Pievani