DA PLINIO A VOLTA. VIAGGIO NELLE SCIENZE UMANE

Il lago di Como è la cosa più bella che abbia mai visto prima d'oggi

P.B. Shelbey

Il progetto Da Plinio a Volta. Viaggio nelle scienze umane rientrerà nei luoghi di interesse turistico e letterario, legati all’identità di un territorio, accomunati dall’obiettivo di valorizzazione e promozione del patrimonio storico, artistico, culturale e ambientale.
Interdisciplinarietà e connessioni tra campi del sapere diversi, nonché tra luoghi del sapere riconosciuti e altri da riscoprire e rigenerare attraverso la cultura, sono caratteristiche centrali del progetto. Plinio e Volta sono i due principali riferimenti culturali, ma a livello temporale si andrà dal primo poeta noto della Como romana (Cecilio) per arrivare fino ai giorni nostri (tra i principali autori di secoli differenti si segnalano: Leonardo da Vinci, Paolo Giovio, Stendhal, Mary Shelley, Foscolo, Leopardi, Strindberg, Hesse, Slavejkov, Filippo Tommaso Marinetti e Alda Merini)

La proposta della prima stagione ufficiale de Da Plinio a Volta. Viaggio nelle scienze umane, sarà caratterizzata dalla prima edizione del Lake Como Walking Festival, un grand tour in 15 tappe promosso da Fondazione Volta con gli enti locali partner del progetto, sul tema del Lario romantico, scelto in omaggio ai bicentenari di un poeta, Percy Shelley, e di uno scultore, Antonio Canova, che hanno lasciato tracce importanti sul lago di Como.
Il fitto calendario si apre il 5 marzo nel 195° della morte di Volta e si concluderà il 23 ottobre, ovvero la domenica prima dell’anniversario della morte di Plinio.
Prevede quindici passeggiate creative in tutti i Comuni che hanno aderito al Parco Letterario e al festival: Como, Cernobbio, Brunate, Blevio, Maslianico, Faggeto Lario, Torno, Nesso, Lezzeno, Bellagio, Tremezzina e Menaggio.