LAKE COMO SCHOOL OF ADVANCED STUDIES

Per la promozione dell’alta formazione, la ricerca scientifica, la cultura e l’università

Istituita nel 2013 da Fondazione Alessandro Volta con Università degli Studi dell’Insubria, Università Statale di Milano, Università degli Studi di Milano Bicocca e Università degli Studi di Pavia, a cui si è aggiunto nel 2019 il Politecnico di Milano, grazie al sostegno della Fondazione Cariplo, la Lake Como School of Advanced Studies promuove l’alta formazione nell’ambito dei sistemi complessi.
Numerose anche le istituzioni straniere coinvolte nell’organizzazione: CNR, Boston University, con speaker provenienti dalle più prestigiose università mondiali tra cui Stanford, Columbia University, Cambridge, Princeton.

Giunta nel 2022 alla sua decima edizione, la Lake Como School realizza attività di formazione post-universitaria rivolte soprattutto a giovani ricercatori ed è diventata un vero e proprio osservatorio sull’andamento di molti ambiti scientifici e sulle dinamiche sociali [non mi convince questo pezzo].

La maggior parte delle Scuole organizzate affronta argomenti di scienza di base, ma non mancano approfondimenti e collegamenti su temi legati all’ambiente, alla salute, al cibo. Hanno carattere residenziale, sono full time e di norma il programma proposto si sviluppa da lunedì a venerdì. In questo modo gli studenti hanno l’opportunità di interagire con i docenti e con gli altri studenti provenienti da tutte le parti del mondo (mediamente gli studenti sono per il 40% circa italiani e per il 60% provenienti da altri Paesi di tutto il mondo).
Questi i numeri fatti registrare nelle ultime edizioni dell’iniziativa, che ne testimoniano la costante crescita:

2019: 23 “Summer School” afferenti alla Lake Como School of Advanced Studies, con il nuovo ingresso nel 2019 del Politecnico di Milano tra le Università che aderiscono. Hanno aderito oltre 1.146 partecipanti di cui 633 stranieri, e tra questi 184 di provenienza extraeuropea;

2020: 4 scuole, di cui 3 online e una in presenza, con circa 120 partecipanti tra docenti e discenti. Le scuole che non è stato possibile organizzare dell’anno 2020 sono state riprogrammate a partire dalla primavera del 2021

2021: 33 scuole, di cui 15 Scuole in presenza, 18 in remoto

2022: programmate 32 scuole.

 

Prof. Giulio Casati

Giulio Casati (9 dicembre 1942 ) è un fisico teorico i che si occupa di caos quantistico. È docente all’Università dell’Insubria a Como. Ha studiato fisica all’Università degli Studi di Milano e ha lavorato come ricercatore post-dottorato al Centro Ricerche di Euratom in Ispra e al Georgia Institute of Technology. Nel 1973 divenne assistente all’Università di Milano e nel 1987 titolare di una cattedra in fisica teorica. È stato preside della Facoltà di Scienze dell’Università degli Studi di Milano. Attualmente è coordinatore scientifico di Fondazione Alessandro Volta e del Festival della Luce.