Claudia Striato nuovo direttore

 

Lo scorso 16 dicembre, in occasione della riunione congiunta tra il Consiglio di Amministrazione e il Comitato Scientifico della Fondazione Alessandro Volta, è stato presentato il nuovo Direttore della Fondazione, Dott.ssa Claudia Striato.

Claudia Striato collabora dal 1997 con Gruppo CLAS, di cui è socio e membro del Consiglio di Amministrazione. Ha maturato un’esperienza consolidata nell’attività di ricerca e consulenza scientifica nella gestione di progetti complessi e nelle tematiche del supporto alla definizione, valutazione, monitoraggio ed assistenza all’attuazione di politiche, programmi e progetti di sviluppo, svolgendo ruoli di coordinamento e di responsabilità e garantendo un supporto metodologico qualificato, supportando e promuovendo processi di innovazione nella Pubblica Amministrazione.

Il Consiglio di Amministrazione è pervenuto alla sua designazione attraverso un bando pubblico di selezione a carattere nazionale, lanciato lo scorso luglio, a cui hanno partecipato circa 20 candidati, provenienti da tutto il territorio nazionale.

La gestione del bando e l’intera procedura di selezione dei candidati è stata affidata  ad una società specializzata milanese – “Quest Executive Srl” – che ha garantito un significativo apporto di competenze e professionalità.

Si conclude – commenta Mauro Frangi, Presidente della Fondazione – un percorso importante e qualificante per la Fondazione. Siamo credo la sola partecipata pubblica del territorio ad avere selezionato con una procedura di evidenza pubblica affidata alla gestione di un operatorio primario specializzato la selezione della propria figura operativa apicale. Il nuovo direttore, che conosce bene il territorio anche grazie agli importanti incarichi operativi ricoperti in passato, sicuramente saprà guidare la struttura operativa della Fondazione nei suoi sviluppi futuri, in coerenza con il Piano Strategico che la Fondazione si è data e che sta progressivamente attuando”.

In occasione della presentazione del nuovo Direttore, il Presidente e tutto il Consiglio della Fondazione, unitamente a Giulio Casati, coordinatore scientifico della Fondazione hanno ringraziato Salvatore Amura per il lavoro svolto nei 18 mesi in cui ha ricoperto l’incarico di Direttore.

Sono personalmente grato a Salvatore Amura – ha concluso Mauro Frangi –  per quanto ha saputo realizzare come Direttore della Fondazione. Ha accettato la mia proposta di ricoprire un ruolo difficile in un Ente appena nato a cui molti guardavano con scetticismo o diffidenza. Lo ha fatto in un contesto segnato in molti passaggi da polemiche a volte gratuite e infondate. Ma, ed è ciò che più conta, lo ha fatto apportando professionalità, creatività e passione, garantendo così alla Fondazione il conseguimento di risultati importanti e assolutamente non scontati al momento della sua nomina. Sono certo che la Fondazione e, più in generale, il nostro territorio potrà contare ancora su di lui nell’ambito di specifiche progettualità”.

Como 22 dicembre 2016

 

Ufficio stampa

Paola Carlotti +39.031301037 +39.3357059871

Prosegue il dibattito su Limen

Prosegue il dibattito su Limen

Prosegue sulle pagine de La Provincia di Como il dibattito sulla permanenza dell’installazione LIMEN, presente in questi giorni a Porta Torre nell’ambito dell’8208 Lighting Design Festival.
“Un sogno possibile per la città di Volta”, come lo ha definito il giornalista Pietro Berra:
http://www.laprovinciadicomo.it/stories/Editoriali/un-sogno-possibile-per-la-citta-di-volta_1212103_11/

LIMEN – Sette luci dal caratteristico raggio luminoso molto definito e puntuale illuminano alcuni specchi collocati a pavimento, creando un gioco di riflessi luminosi in varie direzioni, all’interno della torre. Grazie a degli speciali sensori collocati a pavimento, lo spettatore, passando attraverso la porta, entra all’interno dell’installazione diventandone protagonista.

A ogni luce corrispondono inoltre dei feedback sonori, che sommandosi tra loro producono una colonna sonora sempre nuova ad ogni differente interazione. Il suono della luce è, in questo caso, il suono della fonte energetica che la produce, la mole silenziosa della torre medievale diventa cassa di risonanza dei suoni prelevati dai lampioni della città. Si crea così un dinamico dialogo luminoso e sonoro tra spettatore e installazione. Come in un palcoscenico teatrale la maestosa torre si svela in una luce tutta nuova sopra gli occhi degli spettatori.

 

2

Il premio EPS sull’Europhysics News

La prestigiosa rivista scientifica Europhysics News promossa dall’European Physical Society dedica ampio spazio alla cerimonia di consegna del Premio Europeo per la Fisica EPS- Edison-Volta 2016.

The EPS Edison Volta Prize 2016

The EPS Edison Volta Prize 2016

Il premio è stato assegnato lo scorso 8 ottobre al professor Michel Orrit a Villa del Grumello, sede della Fondazione Alessandro Volta, per le sue ricerche nel campo dell’ottica che gli hanno permesso di osservare per la prima volta una singola molecola.

Le installazioni dell’8208 LDF

Le installazioni dell’8208 LDF

Le installazioni dell’8208 Lighting Design Festival vi aspettano qui!

 

Porta Torre, molo di Viale Geno, Teatro Sociale di Como, Broletto, Piazza San Fedele.

 

Per scoprire tutte le iniziative del Lighting Design Festival visita il sito www.8208.it

Al via il Lighting Design Festival

Al via il Lighting Design Festival

ldf-logo-black-copiaDomani, venerdì 4 novembre, alle ore 18.30 a Villa Olmo prenderà il via la prima edizione dell’8208 Lighting Design Festival, promosso da Fondazione Volta, Comune di Como e Festival della Luce.

8208 Lighting Design Festival, che si terrà a Como dal 4 al 27 Novembre, sarà un festival di respiro internazionale che coinvolgerà artisti, designer, università, professionisti provenienti da tutta Europa.

carlo-bernardini-1-1-999x768In 5 luoghi simbolo della città di Como verranno esposte 5 installazioni luminose site-specific: il Palazzo del Broletto, il Teatro Sociale di Como, il Molo di Viale Geno, Piazza San Fedele e Porta Torre.
Saranno inoltre proposti vari eventi speciali, workshop e lectures per affrontare il tema della luce da un punto di vista artistico: i workshop, sia teorici sia pratici, affronteranno una serie di contenuti riguardanti la luce, ponendo in esame il tema dell’incontro tra arte contemporanea e innovazione digitale; il tema della luce verrà approfondito anche in una serie di lectures con la partecipazione di università nazionali e internazionali in relazione allo spazio pubblico e ai beni culturali, così come in alcune mostre e nelle esposizioni.

Per scoprire il ricchissimo programma del festival visita il sito www.8208.it

 

 

 

Energy Forum terza edizione

Energy Forum terza edizione

0001-2

 

Venerdì 21 ottobre a partire dalle ore 10 si terrà a Villa del Grumello la terza edizione dell’ Energy Forumorganizzato da Festival della Luce e The Adam Smith Society in collaborazione con Fondazione Alessandro Volta.

Titolo dell’edizione di quest’anno sarà “Il Prosumer: la strada energetica del futuro?”: lo sviluppo tecnico, la disponibilità, l’impatto presenti e futuri dei sistemi di produzione e accumulo dell’energia. Le conseguenze del nuovo paradigma energetico nella rete elettrica: il prosumer e la generazione distribuita.
Lo scenario internazionale delle fonti energetiche vede i principali paesi produttori di energia coinvolti in profondi cambiamenti, dovuti a una molteplicità di fattori di carattere politico e tecnologico. La disponibilità ed il costo dell’energia dipenderanno in gran parte dalle scelte tecnologiche che si stanno formando in questi tormentati frangenti.
L’energy storage potrà dare risposte alla razionalizzazione del settore energetico?


Clicca qui per il programma dell’iniziativa.

Partecipazione con iscrizione obbligatoria all’indirizzo: info@adamsmith.it fino a esaurimento posti.

 

Premio EPS Edison Volta a Orrit

Premio EPS Edison Volta a Orrit

Davanti a più di 100 persone riunitesi a Villa del Grumello, il Premio Europeo per la Fisica EPS- Edison-Volta 2016 è stato assegnato al professor Michel Orrit, docente di Fisica Molecolare all’ Università di Leiden( Olanda), dove dirige l’équipe di nano-ottica molecolare.
La quarta edizione del Premio è assegnata al professor Orrit per le sue ricerche pioneristiche nel campo della spettroscopia molecolare, che gli hanno permesso di osservare per la prima volta una singola molecola.

L’attività scientifica del professor Orrit apre una nuova strada nello sviluppo dei nanomateriali e delle nanotecnologie, rendendo possibile l’osservazione del mondo infinitamente piccolo della materia.

L’importanza dei suoi studi è testimoniata anche dalla recente assegnazione del Nobel per la Chimica 2016 a Jean-Pierre Sauvage, Sir J. Fraser Stoddart e Bernard L. Feringa per le loro ricerche sulle “macchine molecolari”, nonché dalle ricerche di Eric Betzig, Stefan Hell e William Moerner a cui è stato assegnato il Premio Nobel per la Chimica nel 2014.

 

img-20161008-wa0020-min dsc_0211-minan2_4978-min dsc_0202-min

 

L’immagine del Giappone

L’immagine del Giappone

08-locandina-page-001

 

Giovedì 6 ottobre 2016, a partire dalle ore 14, presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi dell’Insubria a Como (Chiostro di Sant’Abbondio, Via S. Abbondio 12) si terrà il convegno “L’immagine del Giappone nella cultura italiana fra Otto e Novecento”.

Organizzato dal Centro Speciale di Scienze e Simbolica dei Beni Culturali dell’Università degli Studi dell’Insubria, il convegno si svolge nell’ambito delle manifestazioni promosse per il 150° anniversario delle relazioni diplomatiche fra Italia e Giappone, col patrocinio dell’Ambasciata del Giappone in Italia e del Comune di Como.

Il Convegno è reso possibile dalla collaborazione scientifica e dal sostegno economico e organizzativo della Fondazione Alessandro Volta, della Fondazione «Ada Ceschin e Rosanna Pilone» di Zurigo, dell’Istituto Europeo di Design/Accademia di Belle Arti «Aldo Galli» di Como e del Museo delle Culture di Lugano.

In occasione delle celebrazioni per il 150° anniversario delle relazioni diplomatiche fra Italia e Giappone, il convegno intende esplorare alcuni dei principali ambiti in cui si configurò in Italia l’immagine del Giappone, in particolare attraverso la presentazione delle vicende personali e delle fonti storiche e iconografiche da cui tale immagine prese le mosse. Oltre che rivolgersi agli studenti dell’Università degli Studi dell’Insubria, il convegno inaugura la nuova serie di appuntamenti che il Centro Speciale di Scienze e Simbolica dei Beni Culturali desidera indirizzare al più vasto pubblico degli appassionati d’arte e cultura.

Il Convegno sarà introdotto dal Prof. Giuseppe Colangelo, Prorettore Vicario dell’Università degli Studi dell’Insubria, dal Sindaco di Como, Mario Lucini e dalla Direttrice del Centro Speciale di Scienze e Simbolica dei Beni Culturali (CSBC).

Le relazioni introduttive saranno dell’Ambasciatore del Giappone in Italia, S.E. Umemoto Kazuyoshi e del Sottosegretario di Stato al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Prof. Antimo Cesaro.


Clicca qui per il programma del convegno

Clicca qui per il comunicato stampa

Premio EPS Edison Volta 2016

Premio EPS Edison Volta 2016

Sabato 8 ottobre 2016 alle ore 11.00 a Villa del Grumello si terrà la premiazione del Premio Europeo per la Fisica “EPS EDISON VOLTA”, uno dei riconoscimenti più prestigiosi della fisica a livello mondiale, promosso da Edison, Fondazione Alessandro Volta ed European Physical Society.

Il premio sarà conferito al prof. Michel Orrit dell’ Università di Leiden (Paesi Bassi), che terrà anche una relazione sul tema “Single Molecules and Gold Nanoparticles: Opening New Windows on the Nanoscale”.

Alla cerimonia, moderata dal Caporedattore di Focus Vito Tartamella, interverranno il Sindaco di Como Mario Lucini, il Presidente della Società Europea di Fisica Christophe Rossel, il Presidente della Fondazione Volta Mauro Frangi e il coordinatore scientifico di Edison Sergio Zannella.

8-ottobre